[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio 1^ Categoria

Tante occasioni sprecate dagli ospiti

Città di Nettuno e Virtus non si fanno male: il derby finisce 1-1

E’ finita 1-1 l’attesa stracittadina tra Virtus Nettuno e Città di Nettuno, con la compagine ospite che si mangia letteralmente le mani per aver gettato alle ortiche una partita praticamente già vinta, sprecando l’impossibile davanti alla porta e capitolando negli ultimi minuti alla prima vera occasione che hanno avuto gli avversari. I ragazzi di mister Manuel Ruggieri hanno nuovamente deluso le aspettative della vigilia, dimostrando ancora una volta evidenti limiti caratteriali. Bisogna dirlo chiaramente: la squadra, per come è stata costruita, può e deve fare di più. Di contro, la Virtus targata Angelo Delle Donne, seppur non brillando, ha dimostrato di meritare quanto di buono si dice di lei in questo periodo: squadra ordinata che gioca un buon calcio, a dispetto di una rosa decisamente inferiore (e speriamo di non offendere nessuno) a quella degli avversari. Venendo alla cronaca del match, come detto, è il Città a fare la partita, anche se le prime occasioni degne di nota sono di marca virtussina. Tra il 4’ ed il 7’ il forte Guerra manda in affanno la retroguardia ospite con due conclusioni che avrebbero meritato maggior fortuna. Con il passare dei minuti però salgono i cattedra i ragazzi di Ruggieri che, dopo aver sfiorato in diverse circostanze la rete del vantaggio, riescono a passare al 39’: lo scatenato Pezzulla dalla destra fa partire un cross verso il centro dell’area virtussina, Partoini è al posto giusto nel momento giusto e calcia a botta sicura verso la porta avversaria, Silvi arriva sul pallone ma non trattiene, il numero 9 si getta sulla ribattuta e insacca portando in vantaggio i suoi. Termina,  con il vantaggio ospite,  la prima frazione di gioco.  Nella ripresa tarda ad arrivare la reazione virtussina, con la squadra di casa che al 7’ rischia di subire la seconda rete: pallone in profondità, De Carolis è bravo a  superare il portiere ma non trova lo spunto giusto per mettere a rete. Al 14’ torna a farsi sentire la Virtus Nettuno, Nardini fraseggia con Guerra che va al tiro ma Mellone è attento e blocca tranquillamente. Al 20’ occasionissima per il Città di Nettuno con un calcio di punizione magistrale battuto da Ottolini sul quale Silvi si supera andando a togliere la classica ragnatela dall’incrocio dei pali. Quando la gara sembra ormai incanalata sullo 0 a 1 ed il Città è già pronto a festeggiare, arriva come un fulmine a ciel sereno il pareggio virtussino: è il 43’ il giovane Nardini scodella al centro, la difesa ospite non riesce a respingere il pallone e Guerra ne approfitta portando i suoi sull’1-1. “Abbiamo completamente regalato la partita ai nostri avversari, - ha dichiarato al Caffè un amareggiato Daniele Cosmi, direttore sportivo del Città di Nettuno – in  campo a mio avviso si è vista soltanto la nostra squadra ed il pareggio è stato un risultato che non rispecchia minimamente quello che si è visto in campo”. “Abbiamo creato moltissimo – ha proseguito il DS – senza riuscire però a chiudere la partita e allo scadere è arrivato il pareggio della Virtus. Brucia pareggiare un derby che  potevamo vincere tranquillamente, i nostri avversari hanno tirato in porta praticamente soltanto nell'azione del pareggio. Indubbiamente hanno inciso le assenze: in attacco eravamo rimaneggiati, visto che ci mancavano Bruschini e Paduano, senza contare che l'autore del goal del vantaggio, Partoni, è dovuto uscire all'inizio del secondo tempo perché non ha ancora i novanta minuti nelle gambe, ma questa non può essere una giustificazione. Sull'unica nostra disattenzione difensiva, Guerra ha fatto goal in mischia. Spero che ci valga da lezione per capire che le partite vanno chiuse quando si ha la possibilità di farlo, altrimenti poi rischi di mangiarti le mani, come è successo in questa circostanza”. “La verità – ha tuonato Cosmi in conclusione – è  che siamo troppo leziosi, ci manca quella cattiveria per fare il passo decisivo, serve un deciso cambio di passo, bisogna mettere in campo più  carattere e dimostrare il nostro valore, stiamo lasciando per strada troppi punti”.  Sulla sponda opposta, è soddisfatto a metà l’allenatore Angelo Delle Donne, anche lui intervenuto ai microfoni del Caffè:  “Devo essere sincero, - ha ammesso – oggi la nostra prova non è stata sicuramente positiva ed il  Città di Nettuno avrebbe meritato qualcosina in più, il pareggio gli sta stretto. Probabilmente abbiamo sofferto eccessivamente la tensione di una partita che se avessimo vinto ci avrebbe potuto catapultare in prospettive di classifica decisamente differenti rispetto a quella salvezza tranquilla che è il vero obiettivo stagionale. Vincere oggi ci avrebbe portato a ridosso delle prime posizioni, vuol dire che non siamo ancora in grado di avere questo passo”. “Da parte mia – ha aggiunto il mister virtussino – c’è comunque grande soddisfazione per quello che stiamo facendo, il nostro gruppo non è stato sicuramente allestito per competere per i primi posti eppure ce la stiamo giocando con tutte. Oggi non abbiamo gestito bene l'emozione del derby e mi dispiace perché avremmo dovuto e potuto fare molto di più  a livello di gioco. Tutto il buono che abbiamo prodotto in queste cinque partite è stato sciupato proprio nel derby,  giocando male davanti a tutta questa gente che è venuta a vedere la partita”. “Siamo stati arruffoni, - ha concluso Delle Donne – non ordinati mentre invece fino adesso avevamo sempre espresso un buon calcio. Oggi abbiamo trovato una squadra che, pur non facendo niente di trascendentale, è riuscita a metterci in difficoltà grazie ad una miglior organizzazione”.



[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
21/06 1529595600 Indagine sul Cimitero, in Commissariato due funzionari del Comune di Nettuno
21/06 1529595420 Accolto il ricorso dei 5 stelle ad Anzio, ‘errore materiale’ nei riconteggi
21/06 1529595300 Architetto chiede risarcimento all’ex Sindaco di Nettuno, giustizia dopo 20 anni
21/06 1529593320 Restringimenti di carreggiata per lavori sulla Pontina: ecco quando
21/06 1529590800 Cella frigorifera abbandonata su via dei Laghi: denunciato il proprietario
21/06 1529590320 Gli Amici del Cane denunciano il responsabile della morte del piccolo Lucky
21/06 1529590320 Under 16, la Futura Basket Cisterna conquista la Coppa Lazio
21/06 1529587380 Pietro Matarese (centrodestra): «Zuccalà è troppo giovane e inadatto al ruolo»
21/06 1529586960 Adriano Zuccalà (M5S) parla al Caffè: «Il mio rivale non conosce Pomezia»
21/06 1529586540 Carcassa di delfino alla Bufalara: i resti avvistati dai bagnanti in spiaggia
21/06 1529586000 La Croce Rossa in bici dei Castelli partecipa alla Dolomiti for Duchenne
21/06 1529584680 Ballottaggio, a Pomezia Casapound invita a votare per il Movimento 5 Stelle
21/06 1529584680 Pallanuoto, Under 17. L'Anzio sbanca le semifinali e centra la finalissima
21/06 1529583720 Cisterna, continua a perseguitare e minacciare la moglie: allontanato di casa
21/06 1529581740 Prestito da 13 milioni? No, un investimento. La versione di Sergio Gangemi
21/06 1529581200 Frosinone-Mare, l'annuncio di Anas e Prefettura: riapertura il prossimo 6 luglio
21/06 1529576640 Atelier en plein air a Frascati, i pittori di via Margutta espongono in città
21/06 1529575560 Claudio Ottoni, ex campione di calcio, si laurea campione d'Italia
21/06 1529575500 Aprilia, arrestato noto pregiudicato di Anzio: forse autore di varie rapine
21/06 1529574600 Aprilia, nasce il comitato di quartiere Selciatella
21/06 1529571360 Dipendenti della Abbvie regalano una giornata di lavoro alla Raggio di Sole
21/06 1529570820 Stroncato il mercato del falso pronto ad invadere le spiagge: 5 arresti
21/06 1529568300 La Regione approva in via definitiva le Terme di Santo Stefano ad Aprilia
21/06 1529568300 Concerto di Fioraleda Sacchi con osservazioni astronomiche del cielo
21/06 1529567760 Operazione dei Carabinieri: sequestrate armi e arrestata una persona ad Aprilia